Category Assessorato Popolare

Loro pensano a Bruxelles e la fogna scorre in mare

26 Maggio 2014

Ancora degrado nelle contrade. Un’altra querela contro ignoti poco ignoti.

 seggioIl pantheon decaduto della politica locale si affaccendava a raccattare voti per i soliti compagnucci di partito, allestendo in giro per la città passerelle e promessifici, e nel frattempo il territorio continuava (e purtroppo continua) a vivere nel degrado in cui alberga da molti anni. Da tempo ci occupiamo della pessima gestione del ciclo integrato dell’acqua nella nostra città, ed in particolare di scarichi fognari in mare. Non lo facciamo per una mera questione etica o ambientale: nella scorsa stagione estiva il mare in condizioni disastrose ha messo in enorme difficoltà il settore turistico e questo peserà su tutta la nostra economia.

Sono ormai due anni che denunciamo la totale incapacità dell’amministrazione comunale di gestire gli impianti di depurazione, di incidere nella salvaguardia dei fiumi e del mare, di progettare il completamento della rete fognaria, e sono due anni che denunciamo l’illogicità e l’inutilità del progetto del depuratore consortile il quale, se verrà mai completato, avrà costi esorbitanti a carico dei cittadini.

Non solo...

Read More

Seggio, l’amministrazione e le foto taroccate

29 Maggio 2014

Siamo comunque positivi: proponiamo un tavolo per la gestione delle acque del territorio.

seggio2Come succede ormai sistematicamente, mentre l’Amministrazione Comunale afferma, ancora una volta, di porre la massima attenzione alla tutela dei fiumi e del mare, la Guardia Costiera è costretta a sequestrare 2000 metri quadrati di discarica abusiva in contrada Malena, alla foce del torrente Cino.

Ormai non facciamo più caso ai tonfi clamorosi di questa Giunta, la quale però, lo ammettiamo, riesce sempre a sorprenderci in negativo: per rispondere alla nostra denuncia di disastro ambientale in contrada Seggio di qualche giorno fa, infatti, l’allegra compagnia Antoniotti-Caputo ha diffuso delle foto, datate 27 Maggio, in cui ogni problema igienico sanitario sembra risolto. Peccato che ...

Read More

Ancora degrado drammatico nelle contrade. La Zolfara va difesa e valorizzata.

06 Agosto 2013

 foto3Se questa Amministrazione Comunale tenesse fede ad un quarto degli impegni sposti pirotecnicamente nella ossessiva sequenza di comunicati quotidiani che sforna, avremmo una città accogliente, pulita e piena di servizi. Purtroppo da tempo abbiamo l’impressione che le uniche cose che sia in grado di fare la Giunta Antoniotti è scrivere comunicati. Per questo abbiamo lanciato l‘Assessorato dei cittadini per la valorizzazione del territorio, uno strumento civico per sopperire dal basso alle incapacità della classe dirigente, e alcune delle denunce sono servite per smuovere il pachiderma burocratico di questa Amministrazione: si pensi alla baracca di amianto a contrada Sant’Irene bonificata a seguito delle nostre foto, ai pali dell’illuminazione sulla pista per non vedenti finalmente rimossi, alle denunce sul degrado dei canali di scolo mesi prima che scoppiasse il problema. Crediamo sia indecente lo stato di degrado in cui versa una delle contrade marine della città, Contrada Zolfara. Per attraversare la zon...

Read More

Pasqua e pasquetta tra l’abbandono del territorio. Pulite la spiaggia e i canali! Fate ritirare il piano di rientro!

Rossano, 4 Aprile 2013

 Una città ed una spiaggia pulita ora, durante le vacanze di Pasqua, sarebbero state una perfetta cartolina per la prossima estate. Ed invece i cittadini che hanno deciso di passare la loro pasquetta per i lidi della città bizantina hanno trovato cumuli di vegetazione, canali di scolo putridi e ostruiti da rifiuti, baracche distrutte di amianto. Questa purtroppo la pessima cartolina che fa cadere nel ridicolo i numerosi proclami e comunicati altisonanti della giunta comunale.

Abbiamo già denunciato lo stato della foce del Citrea, foce che è ancora in quelle pessime condizioni. Non meno drammatico è lo stato dei numerosi canali di scolo, di dubbia provenienza, in contrada Torre Pinta.

Read More