Category Depurazione

Depuratori sequestrati: avevamo ragione noi.

31 Luglio 2013

rossano_mare_sporcoQuanto sta trapelando dall’inchiesta “Calipso” della Procura di Rossano, che ha messo sotto sequestro dieci depuratori dello Ionio, conferma e rafforza le nostre preoccupazioni sulla gestione della depurazione e sullo stato delle nostre acque marine. Senza mezzi termini, significa che avevamo ragione noi.

In questi mesi abbiamo ripetutamente implorato, con gentilezza e con durezza, le autorità competenti affinchè intervenissero per tempo nella depurazione e per un monitoraggio delle fonti inquinanti, abbiamo ottenuto in risposta soltanto rassicurazioni e insulti.

Convinti di avere ragione abbiamo presentato nei giorni scorsi un esposto alla Procura della Repubblica specifico sullo stato delle acque a Rossano, un esposto che trova piena convergenza con quanto sta emergendo e che va anche oltre il problema della depurazione. Non è stato semplice perché tutta la comunità e l’intero territorio avrebbe preferito credere alle rassicurazioni irresponsabili di chi dovrebbe tutelare la salute pubblica ed invece non fa altro che nascondere, in tutti i settori, la polvere sotto il tappeto. Il punto è che la polvere è così tanta che i tappeti non bastano. Noi crediamo che per valorizzare questo territorio e creare prospettive di sviluppo dobbiamo sollevare i tappeti, affrontare i problemi anche quando sono scomodi e risolverli, non fare finta che non ci siano.

A tal propo...

Read More

Mare sporco: basta parole, presentato un esposto in procura.

25 Luglio 2013

procuraA partire dallo scorso Novembre abbiamo denunciato pubblicamente il problema della depurazione, l’inquinamento delle fiumare, il degrado ambientale dei canali di scolo e l’insufficienza degli impianti di depurazione e della rete fognaria. Lo abbiamo fatto, dichiarandolo pubblicamente, con lo scopo di stimolare le istituzioni competenti ad un’azione tempestiva di prevenzione e monitoraggio a tutela della salute e dell’economia del territorio.

Nelle ultime settimane l’innegabile stato di degrado delle acque marine della città, incrociato con gli allarmi (giustificati) rispetto alle scie melmose ed ai canali maleodoranti, ha inconfutabilmente legittimato le nostre denunce le quali però sono state colpevolmente ignorate.

Oggi, con inaccettabile ritardo, si sono susseguiti goffi provvedimenti, analisi, azioni mediatiche diversive: il tutto per nascondere il naufragio pietoso della gestione della pulizia, della prevenzione dell’inquinamento e della depurazione, un naufragio che mette a rischio una parte del tessuto economico della città e del territorio che si regge sulla stagione estiva, sul turismo, sul mare.

A tutela di quel settore economico,...

Read More

Ignoriamo insulti e censure, parliamo dei problemi della città. Sulla depurazione e sulla fogna ci danno ragione i fatti.

16 Luglio 2013 

foto_009Le ultime dichiarazioni da parte di amministratori locali e regionali avrebbero dovuto smentirci, ed invece in queste troviamo piena conferma di tutte le immobilità denunciate pubblicamente nei giorni scorsi e di cui, purtroppo, abbiamo lampanti conferme nello stato di degrado delle acque marine e dei canali di scolo. Una controprova che ci saremmo risparmiati volentieri.

Il Sindaco annuncia ora, a Luglio, dopo due anni di amministrazione comunale ed in piena stagione estiva, interventi futuri sui depuratori, vantandoli come un merito e che invece sono la palese testimonianza del ritardo irrecuperabile con cui questa amministrazione affronta i problemi della città.

Abbiamo   compreso   poco,   invece,   la   dichiarazione   del   consigliere   Caputo,   il   quale   prima   difende l’Amministrazione comunale affermando che Rossano non è affatto all’anno zero per depurazione e fogna, ma poi,  per rispondere alla nostra critica del progetto di depuratore consortile, dice che il sistema attualmente esistente è all’anno zero di fatto.

Stessa cosa sulla...

Read More

Sulla depurazione l’amministrazione comunale è all’anno zero

5 Luglio 2013

canalescoloCome è noto, Terra e Popolo ha denunciato già a Marzo lo stato indecente dei canali di scolo sulla spiaggia, con foto raccapriccianti che riproponiamo, non ottenendo ovviamente altra risposta se non i soliti insulti e proclami.

In questi giorni abbiamo assistito in silenzio alla gestione di quella che è stata definita una emergenza, ovvero l’allarme igienico lanciato per il canale alla fine del lungo mare Sant’Angelo.

Nessuna emergenza, questo è lo stato ordinario dei canali di scolo sulla nostra costa: una serie di fosse putride, una ogni duecento metri, talvolta anche meno, dove è impossibile capire cosa viene riversato e che nell’estate vengono tappate a monte e lasciate asciugare al sole. Spettacolo indecoroso, tra le altre cose, senza alcuna precauzione di sicurezza, senza alcun segnale o transenna, insomma, una fetida trappola. Questo è avvenuto nei cinque anni di centro sinistra, questo continua ad avvenire col centro destra, e quello che è accaduto qualche giorno fa ne è la prova più attuale.

L’amministrazione si è prima giustificata sostenendo che si trattasse di reflui agricoli, poi a ritrattato parlando di rottura dell’impianto fognario, ed ha comunque rassicurato la cittadinanza grazie all’intervento dell’ARPACAL: non osiamo immaginare l’affidabilità dell’ente regionale in tema di analisi, visti i precedenti per il torrente Frascone, in contrada Fossa, che per l’ARPACAL era quasi potabile, ed invece molto più che inquinato, come hanno appurato dei cittadini coraggiosi che, di tasca propria, hanno fatto analizzare le acque.

Anche su questo l’amministrazione Antoniotti non ha fatto a...

Read More