Category General

Inaugurazione della biblioteca di Terra e Popolo con Don Luigi Ciotti

TEP ASSOCIAZIONE

Intitolazione alle vittime della ‘ndrangheta per combattere le mafie.

Dopo più di tre anni di lavoro completamente volontario ed autofinanziato, l’associazione Terra e Popolo ha quasi portato a termine la ristrutturazione dell’intera sede del centro storico, nello splendido Palazzo Martucci, in cui da tempo si è insediata. Il luogo dove far sorgere la propria sede, ormai tre anni fa, non è stato scelto a caso: per noi la valorizzazione del centro storico non è uno slogan ma un obiettivo concreto, e non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di ristrutturare e far rivivere un luogo importante come la sede di Palazzo Martucci, significativo sia per la bellezza che per la collocazione e la rilevanza sociale in uno dei quartieri più antichi di Rossano.

Il lavoro da fare era t...

Read More

A Rossano costa piu un garage di un palazzo dello sport.

Nel momento di grave crisi economica che sta attraversando il paese, una crisi che riguarda da vicino la nostra città colpita da gravi spoliazioni che ne hanno fiaccato ulteriormente il tessuto economico (si pensi ai tagli alla ferrovia o alla chiusura del tribunale), le amministrazioni locali dovrebbero agire per attenuare i disagi per la comunità, con particolare riferimento alle attività produttive, e rilanciare l’economia locale.

Per questo motivo trovo beffardo e indecente l’affidamento, le modalità ed il canone pattuito per il Palazzo dello Sport di via Candiano.
Già nel 2011...

Read More

ENERGIA DEL SUD: avviato finalmente il confronto su una proposta concreta.

A Rossano relatori importanti per parlare di Enel.

Nessun problema si risolve con un convegno, né il destino della centrale Enel di Rossano può decidersi in un giorno, ci attende un lungo percorso per ottenere il meglio possibile per la città ed il territorio, ma iniziare a parlare di proposte concrete ci è sembrato un passo doveroso per chiudere la stagione delle chiacchiere o delle proposte venute dall’alto.

L’Associazione Terra e Popolo, lo scorso venerdì, si è assunta la responsabilità

di organiz...

Read More

Si istituisca il registro dei tumori in Calabria

20140122_registro_tumori

Venerdì 16 Ottobre, a Tortora (CS), si terrà un incontro sul tema “Inquinamento, cancro ed il registro tumori che non c’è”. I relatori dell’incontro saranno Ferdinando Laghi, vicepresidente nazionale ISDE Italia (International Society of Doctors for the Environment) e Flavio Stasi, portavoce del movimento Terra e Popolo, il quale da anni combatte una battaglia per l’istituzione del Registro Tumori in Calabria col fine di disporre, finalmente, strumenti di cura e prevenzione adeguati all’epidemia che sta colpendo la nostra regione.

La diffusione di malattie oncologiche in territori non industrializzati, come la grandissima maggioranza dei territori calabresi, rappresenta una inquietante realtà su cui sembra non si voglia far luce.

L’incontro sarà anche occasi...

Read More

Riorganizzazione dei reparti ospedalieri o della politica?

Seppur non c’è mai fine al peggio, ritengo che debba esserci stato qualche errore nelle dichiarazioni del Commissario alla Sanità Massimo Scura, sul reparto di ostetricia-ginecologia. Qualche illuminato, rispetto a questo argomento, ne fa una questione di luogo di nascita, di codice fiscale insomma: del resto se questo territorio è ridotto all’osso, probabilmente è perché veniamo amministrati da gente di questo tipo. Ritengo che i figli dei coriglianesi, dei rossanesi, dei cariatesi e così via nasceranno tutti a Cosenza o Policoro se il reparto che dovrebbe ospitare le nascite risultasse inadeguato.

Già lo stato del reparto oggi non è accettabile, con lettini ammassati sui muri; navette che fanno avanti ed indietro dal centro trasfusionale di Rossano, a volte persino impegnando i mezzi del 118; corse al porto per l’elisoccorso eccetera. In tutto questo sembrava avere senso la divisione fra reparti medici e reparti chirurgici tra gli ospedali di Corigliano e Rossano, una iniziativa probabilmente utile per limitare (sottolineo soltanto limitare) i disservizi causati dallo sciagurato accorpamento firmato Scopelliti-Caputo.

Ecco perché non c...

Read More

“Solidale con i lavoratori dell’indotto Enel. Ho una proposta per il rilancio del sito”

La questione del Lavoro è una questione di dignità che non può prestarsi ad alcuna interpretazione o speculazione, a maggior ragione nel nostro territorio laddove la mancanza di lavoro è una vera e propria emergenza. Esprimo vicinanza incondizionata ai lavoratori dell’indotto Enel che questa mattina hanno deciso di salire su una delle ciminiere della centrale per difendere il proprio posto di lavoro, cioè il proprio sostentamento e dignità.

Ritengo che l’azienda, alla luce dei lunghissimi anni di attività del sito di Rossano, debba trovare delle soluzioni immediate per mantenere a pieno regime l’intero organico dell’indotto in attesa di definire il futuro della centrale di Sant’Irene.

A tal proposito, ritenendo necessaria la massima serietà sulla vicenda, sforzandomi ...

Read More

Inviata una lettera aperta al consiglio regionale per il registro tumori.

I CALABRESI ASPETTANO RISPOSTE.

Mentre le istituzioni regionali calabresi sembrano danzare tra la vita e la morte come zombie, le tante emergenze sui territori ed i bisogni dei cittadini di tutta la regione restano drammaticamente vivi. Il livello di assistenza sanitaria resta ancora abbondantemente al di sotto della soglia di un paese civile e, come abbiamo spesso ripetuto, è assolutamente necessario intervenire sugli ospedali esistenti finanziando nuovi personale e attrezzature. Ma per tutelare il diritto alla salute in Calabria non servono soltanto dei soldi: servono soprattutto strategie ed indagini approfondite.

Read More

“Ora della Calabria”, uno scandalo continentale. Necessario intervenire per la libertà di stampa.

29 Aprile 2014

np_bavaglio_legge_7735f5gtd852Quanto sta accadendo ad una delle principali testate giornalistiche regionali è raccapricciante e merita l’urgente attenzione delle istituzioni nazionali ed europee. In Calabria è possibile chiudere un giornale, oscurare un sito e cancellare un archivio giornalistico senza alcun preavviso e senza che nessuno possa prendere alcuna contromisura: questo è quanto accaduto a “l’Ora della Calabria” nelle ultime settimane.

La giustificazione di un tale atto gravissimo sembra essere la situazione debitoria dell’editore del giornale, Citrigno, eppure nessuno può fare a meno di notare come l’improvvisa precipitazione di tale situazione sia avvenuta, guarda caso, proprio a poche settimane dallo scandaloso tentato oscuramento della notizia sui guai giudiziari del figlio del senatore Gentile, vicenda che ha spostato tristemente i riflettori dell’intera nazione sulla nostra regione e sullo squallido sistema di potere che l’avvinghia. Una vicenda affatto nebbiosa, per quanto molti continuino ad ignorarla, in quanto è costata il posto di sottosegretario del governo Renzi al senatore Gentile.

All’epoca, per quanto rivelato dallo stesso quotidiano regionale, ad effettuare le pressioni affinché il giornale non uscisse nelle edicole fu proprio il principale creditore dell’editore, cioè lo stesso che oggi ha chiesto ed ottenuto lo stop alle pubblicazioni e l’oscuramento del sito, lo stesso che potrebbe rilevare la testata.

La vicenda finanziaria che starebbe colpendo Citrigno...

Read More

Aggiornamento campagna “15 Settembre, Rossano. C’ero anch’io” [Bollettino 3]

post3Per vedere chi ha sottoscritto l’appello fai click qui (la lista è in continuo aggiornamento)
Per leggere i comunicati di sostegno che ci sono arrivati fai click qui

Leonardo Trento, Ass. all’urbanistica ed al Governo del Territorio, Prov. CS
Questa assurda vicenda, da quello che si è potuto apprendere ieri sui giornali, vi vede stranamente coinvolti insieme ai rappresentanti delle altre associazioni territoriali perchè a settembre avete leggittimamente protestato contro la soppressione dei treni sulla nostra tratta ferroviaria. Oggi in questo nostro paese diventa impossibile anche rivendicare i più elementari diritti essenziali che dovrebbero essere garantiti a noi tutti cittadini.

Read More

Aggiornamento campagna “15 Settembre, Rossano. C’ero anch’io” [Bollettino 2]

post2

Per vedere chi ha sottoscritto l’appello fai click qui (la lista è in continuo aggiornamento)
Per leggere i comunicati di sostegno che ci sono arrivati fai click qui

Domenico Gattuso, Ordinario di Trasporti, Università Mediterranea (RC)
Esprimo la mia personale solidarietà ai giovani denunciati per la manifestazione presso la stazione di Rossano di settembre 2012. E penso di poterlo fare anche a nome di ALBA Calabria e SEM (di cui sono referente) e del CIUFER, Comitato Italiano Utenti delle Ferrovie Regionali, che proprio in questi giorni ha avviato una iniziativa di mobilitazione nazionale su questioni analoghe a quelle per cui protestavano, con sante ragioni, i cittadini

Read More