Category Senza categoria

Inaugurazione della biblioteca di Terra e Popolo con Don Luigi Ciotti

TEP ASSOCIAZIONE

Intitolazione alle vittime della ‘ndrangheta per combattere le mafie.

Dopo più di tre anni di lavoro completamente volontario ed autofinanziato, l’associazione Terra e Popolo ha quasi portato a termine la ristrutturazione dell’intera sede del centro storico, nello splendido Palazzo Martucci, in cui da tempo si è insediata. Il luogo dove far sorgere la propria sede, ormai tre anni fa, non è stato scelto a caso: per noi la valorizzazione del centro storico non è uno slogan ma un obiettivo concreto, e non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di ristrutturare e far rivivere un luogo importante come la sede di Palazzo Martucci, significativo sia per la bellezza che per la collocazione e la rilevanza sociale in uno dei quartieri più antichi di Rossano.

Il lavoro da fare era t...

Read More

L’interlocutrice dei cittadini e l’istituzione cioé chi elabora le gare non chi le vince

Non posso che ringraziare l’impresa che ha vinto la gara per la gestione del palazzo dello sport pubblico di via Candiano per le preziose precisazioni fornite a me ed alla cittadinanza ed esprimo il mio modesto apprezzamento per l’azione di solidarietà in occasione dell’alluvione del 12 agosto.
Ritengo tuttavia ci sia un equivoco abbastanza frequente dalle nostre parti: per quanto mi rigu...

Read More

A Rossano costa piu un garage di un palazzo dello sport.

Nel momento di grave crisi economica che sta attraversando il paese, una crisi che riguarda da vicino la nostra città colpita da gravi spoliazioni che ne hanno fiaccato ulteriormente il tessuto economico (si pensi ai tagli alla ferrovia o alla chiusura del tribunale), le amministrazioni locali dovrebbero agire per attenuare i disagi per la comunità, con particolare riferimento alle attività produttive, e rilanciare l’economia locale.

Per questo motivo trovo beffardo e indecente l’affidamento, le modalità ed il canone pattuito per il Palazzo dello Sport di via Candiano.
Già nel 2011...

Read More

Riorganizzazione dei reparti ospedalieri o della politica?

Seppur non c’è mai fine al peggio, ritengo che debba esserci stato qualche errore nelle dichiarazioni del Commissario alla Sanità Massimo Scura, sul reparto di ostetricia-ginecologia. Qualche illuminato, rispetto a questo argomento, ne fa una questione di luogo di nascita, di codice fiscale insomma: del resto se questo territorio è ridotto all’osso, probabilmente è perché veniamo amministrati da gente di questo tipo. Ritengo che i figli dei coriglianesi, dei rossanesi, dei cariatesi e così via nasceranno tutti a Cosenza o Policoro se il reparto che dovrebbe ospitare le nascite risultasse inadeguato.

Già lo stato del reparto oggi non è accettabile, con lettini ammassati sui muri; navette che fanno avanti ed indietro dal centro trasfusionale di Rossano, a volte persino impegnando i mezzi del 118; corse al porto per l’elisoccorso eccetera. In tutto questo sembrava avere senso la divisione fra reparti medici e reparti chirurgici tra gli ospedali di Corigliano e Rossano, una iniziativa probabilmente utile per limitare (sottolineo soltanto limitare) i disservizi causati dallo sciagurato accorpamento firmato Scopelliti-Caputo.

Ecco perché non c...

Read More

Inviata una lettera aperta al consiglio regionale per il registro tumori.

I CALABRESI ASPETTANO RISPOSTE.

Mentre le istituzioni regionali calabresi sembrano danzare tra la vita e la morte come zombie, le tante emergenze sui territori ed i bisogni dei cittadini di tutta la regione restano drammaticamente vivi. Il livello di assistenza sanitaria resta ancora abbondantemente al di sotto della soglia di un paese civile e, come abbiamo spesso ripetuto, è assolutamente necessario intervenire sugli ospedali esistenti finanziando nuovi personale e attrezzature. Ma per tutelare il diritto alla salute in Calabria non servono soltanto dei soldi: servono soprattutto strategie ed indagini approfondite.

Read More

Conosci il progetto del depuratore consortile di Rossano e Corigliano?

Quello che non ti hanno detto sul progetto del nuovo depuratore

Read More

Terra e Popolo al primo maggio di Taranto

Siamo felici di pubblicare una parte dell’intervento del nostro movimento allo storico primo maggio di Taranto, il concerto organizzato dal comitato Cittadini Liberi e Pensanti di Taranto per denunciare i veleni della città e del sud a partire da quelli dell’ILVA.

Lo slogan del concerto era “NO AI RICATTI, SI AI DIRITTI”  ed all’appello hanno risposto artisti come Fiorella Mannoia, Raf, Luca Barbarossa, Sud Sound System, Daniele Sepe, Officina Zoe, Roy Paci e molti altri.

Ma non solo musica, non solo festa: anche riflessione e lotta. Questo è stato il nostro contributo.

Read More