Caputo tagged posts

Riorganizzazione dei reparti ospedalieri o della politica?

Seppur non c’è mai fine al peggio, ritengo che debba esserci stato qualche errore nelle dichiarazioni del Commissario alla Sanità Massimo Scura, sul reparto di ostetricia-ginecologia. Qualche illuminato, rispetto a questo argomento, ne fa una questione di luogo di nascita, di codice fiscale insomma: del resto se questo territorio è ridotto all’osso, probabilmente è perché veniamo amministrati da gente di questo tipo. Ritengo che i figli dei coriglianesi, dei rossanesi, dei cariatesi e così via nasceranno tutti a Cosenza o Policoro se il reparto che dovrebbe ospitare le nascite risultasse inadeguato.

Già lo stato del reparto oggi non è accettabile, con lettini ammassati sui muri; navette che fanno avanti ed indietro dal centro trasfusionale di Rossano, a volte persino impegnando i mezzi del 118; corse al porto per l’elisoccorso eccetera. In tutto questo sembrava avere senso la divisione fra reparti medici e reparti chirurgici tra gli ospedali di Corigliano e Rossano, una iniziativa probabilmente utile per limitare (sottolineo soltanto limitare) i disservizi causati dallo sciagurato accorpamento firmato Scopelliti-Caputo.

Ecco perché non c...

Read More

Urgente intervenire sulla sanità ionica. Rivedere spoke e chiusura Cariati e Trebisacce.

Ribadiamo ciò che abbiamo scandito senza mezzi termini, a più riprese, durante la gestione commissariale Scopelliti: il piano di rientro sanitario non è un atto amministrativo, ma bensì un atto criminale perpetrato ai danni dei cittadini calabresi da parte del Governo e di chi lo ha rappresentato nelle vesti di commissario ad acta.

Le conseguenze ed i danni alla salute ed alla dignità di intere comunità sono incalcolabili. Sembra che il nuovo commissario Scura, con il beneplacito del Governo, stia proseguendo esattamente nella direzione del proprio predecessore, cioè tagliando servizi ai cittadini e lasciando totalmente intatti tutti gli interessi squallidi che si annidano da tempo nella sanità calabrese, a partire da concorsi “originali” ed affitti megagalattici.

Da questo punto di vista l’azione delle istituzioni regionali risulta ancora totalmente inefficace: ad Oliverio ribadiamo l’invito a chiedere, con forza, l’interruzione immediata del commissariamento piuttosto che la mera sostituzione del commissario, in quanto la storia dell’Italia e della Calabria ci hanno insegnato che i commissariamenti non sono altro che strumenti di potere senza alcuna pubblica utilità.

Ad ogni modo Scura, il Governo e la Regione sono responsabili in questo momento di una situazione inaccettabile e priva di...

Read More

L’ipocrisia di Antoniotti sulla sanità fa male alla sibaritide

Il commissario ha il dovere di trovare fondi per gli ospedali dello Ionio.

sanità Non avevamo potuto non notare la caterva di “imprecisioni” dette da Antoniotti durante l’assemblea dei Sindaci a Trebisacce sulla sanità, roba da far ridere chi conosce davvero la storia delle chiusure e degli accorpamenti degli ospedali dello ionio. Apprezziamo il fatto che, dopo quattro anni di campagna elettorale sulla prima, la seconda e la terza pietra dell’ospedale della sibaritide, Antoniotti ci abbia dato finalmente ragione visto che fino a qualche settimana fa predicavamo da soli che, prima di ogni altra struttura, è irrimandabile trovare i soldi per gli ospedali attuali in quanto i cittadini non si curano coi progetti ed i comunicati...

Read More

La tassa rifiuti rincara per la pessima gestione Antoniotti-Caputo

23 Ottobre 2014

Se non si cambia rotta le tasse aumenteranno ancora.

arton14696Quando si aumentano le tasse è sempre colpa di qualcun altro. Per i governi centrali è sempre colpa delle amministrazioni locali mentre per queste ultime è sempre colpa dei governi centrali. Grazie a questo scarica barile i cittadini pagano tributi altissimi per servizi praticamente inesistenti.

Il Sindaco Antoniotti e l’assessore Stamile, difendendosi dalle sacrosante proteste della cittadinanza per l’aumento enorme della TARI, hanno scaricato ogni colpa sul Governo Renzi, e non saremo certo noi a difendere un governo che effettivamente taglia servizi ed enti locali in virtù di diktat europei distantissimi dalle esigenze della comunità.

Questo però non giustifica le prese in giro: oggi la tassa sui rifiuti è diventata un salasso a causa della politica scellerata che la classe dirigente che ha governato questo territorio per vent’anni continua ad adottare in tema di rifiuti e gestione delle risorse pubbliche, una politica fatta di improvvisazione e che favorisce il parassitismo.

Intanto coi soldi...

Read More

Il tribunale è chiuso, chiudiamo con questa classe dirigente

10/10/2014

Manifesto-TribunaleIl 13 settembre 2014 è scaduto il termine per approvare decreti correttivi che potessero riaprire il tribunale di Rossano. Si tratta di un macigno, l’ennesimo, sulle spalle delle nostre comunità che sancisce ormai inconfutabilmente il fallimento totale della classe dirigente del territorio, un fallimento collezionato su ogni fronte, dalla giustizia alla sanità, passando per i rifiuti, la depurazione, le infrastrutture.

Ecco perché, in un momento tanto delicato, abbiamo deciso di comunicare con la cittadinanza attraverso un manifesto pubblico, affisso in tutta la sibaritide, non solo per sottolineare, con nomi e cognomi, le responsabilità di tutto questo, ma anche e soprattutto per lanciare un messaggio positivo: senza scoraggiarci, senza gettare la spugna, abbiamo l’esigenza ...

Read More

Libertà d’espressione totalmente calpestata. Stamani spettacolo raccapricciante.

22 settembre 2014

liberta1Quando ci si chiede per quali ragioni il nostro territorio sia in caduto in un così profondo decadimento probabilmente non si comprende a quale livello di follia e degrado siano giunte le nostre istituzioni, e questa mattina ne abbiamo avuto una riprova raccapricciante.

Il nostro movimento ha inteso stilare un manifesto pubblico sulla questione tribunale che i cittadini vedranno affisso nei prossimi giorni. Ci siamo recati questa mattina intorno alle 11.00 presso gli uffici della SOGET al centro storico per pagare la tassa di affissione e lasciare i manifesti da affiggere, ed a quel punto abbiamo ricevuto una risposta letteralmente raccapricciante: “non sappiamo se possiamo affiggerli, dobbiamo chiedere alla polizia municipale se vìola la disposizione sulla decenza”.

Read More

Ospedale unico? Campagna elettorale sulla vita della gente

10 settembre 2014

Nel frattempo accorpano pediatria a Castrovillari?

Restiamo sbigottiti di fronte alla faccia tosta di coloro che hanno ridotto il sistema sanitario del nostro territorio ad un vero e proprio crimine contro l’umanità. La trovata della firma del contratto per il nuovo ospedale, guarda caso a pochi mesi dalle elezioni regionali, con tanto di parata pubblicitaria e sviolinata al governatore-decaduto Scopelliti, è stato l’ennesimo atto squallido di una classe politica ormai senza più freni e dignità.

Ovviamente non possiamo non augurarci che, pur di cercare di raccattare qualche voto, questi signori siano costretti effettivamente ad avviare con celerità i lavori per il nuovo nosocomio, ma anche in questa eventualità resta altissimo il prezzo che le nostre comunità stanno p...

Read More

L’amministrazione Caputo-Antoniotti è una voragine nell’acqua

22 Agosto 2014

Dal mare ai rubinetti finendo per le sorgenti montane, completa incapacità nella gestione delle acque.

Se dopo tutti i disastri di questi anni qualcuno avesse solo pensato, per assurdo, “ci manca solo che ci tolgano l’acqua”, sarebbe stato, suo malgrado, un ottimo profeta. Quanto successo durante la stagione estiva, ed in particolare nelle ultime settimane, con il centro storico completamente a secco esattamente come l’anno scorso e come accade sistematicamente nella stagione estiva, rappresenta il risultato di una gestione delle acque totalmente sballata e senza alcun criterio.

Esattamente come per i depuratori e per altre questioni, la ditta Caputo-Antoniotti accampa una scusa al giorno per giustificare la propria totale incapacità nel gestire il settore: prima è colpa della so.ri.cal, poi di un quadro elettrico, domani denunceranno qualcuno per sabotaggio e così via.

Sapete qual...

Read More

“Non dategli quei documenti”. L’offerta tecnica dell’appalto rifiuti non s’ha da guardare

8 Agosto 2014

Chi vuole impedirci di controllare la raccolta dei rifiuti?

divieto-d'accesso

Per evitare di arrivare a questo punto le abbiamo provate tutte: abbiamo atteso cinque mesi (la legge impone alla pubblica amministrazione 30 giorni di tempo), abbiamo inoltrato decine di richieste spiegando l’abuso che gli uffici comunali stavano commettendo, abbiamo chiesto ed ottenuto un incontro con il Segretario Comunale ed il responsabile della trasparenza,abbiamo persino proposto ai dirigenti responsabili la consulenza gratuita del nostro avvocato.
Nulla, tutto inutile, ci è stato negato l’accesso ad un documento di evidente interesse pubblico, di altissima sensibilità ambientale e sanitaria e, visto il contesto dei rifiuti calabresi, anche di significativa rilevanza ai fini della prevenzione nei confronti della criminalità organizzata.

Che cosa significa non dare al movimento Terra e Popolo il progetto sulla raccolta dei rifiuti a Rossano? Semplice:nessuno può controllare chi viene pagato profumatamente per raccogliere i rifiuti,nessuno può sapere quali sono gli obblighi e quali le facoltà, nessuno può verificare se la propaganda ossessiva di queste settimane abbia un effettivo riscontro o meno. Propaganda fatta casa per casa o con manifesti, riunioni, comunicati stampa,tutto pagato coi soldi nostri. La cosa diventa ancor più ridicola quando, all’interno della polemica tra l’azienda che ha vinto l’appalto (l’unica ad essersi presentata) e la CGIL, è stata proprio la ditta a dire di “attenersi al progetto tecnico”: tanto non può verificarlo nessuno.

In questi mesi la verità che si cel...

Read More

Da noi mai polemiche, semmai denunce e proposte

28 Luglio 2014

Chi non compie il proprio dovere danneggia il territorio.

pinocchioLa tiritera vecchia e stravecchia sul fatto che chi fa delle denunce “non vuol bene al territorio” credevamo, dopo quattro anni di disastri e di puntuali controproposte, di potercela risparmiare. Ed invece l’assessore Alfieri, in effetti rappresentante istituzionale d’altri tempi, ha deciso di non fare alla città tale concessione. Come sempre ignoriamo la solita sequenza di insulti da bar prodotti dall’amministrazione comunale, ci limitiamo al merito della questione della gestione dei depuratori e della tutela del mare e dei fiumi.

Primo, troviamo seriamente un insulto all’intelligenza dei rossanesi parlare di, testualmente, “singolo disguido tecnico”. In questo caso si tratterebbe di una quarantina di singoli disguidi tecnici, visto i sistematici episodi di scarichi fraudolenti puntualmente segnalati al depuratore di Sant’Angelo, al depuratore di seggio, alle pompe di sollevamento di seggio, nei canali di scolo, nel torrente Celadi, nel Coserie, nel Frascone, nell’Inferno e questi sono soltanto quelli segnalati da associazioni o cittadini.

Rispetto agli ultimi due scarichi di cen...

Read More