Scopelliti tagged posts

Urgente intervenire sulla sanità ionica. Rivedere spoke e chiusura Cariati e Trebisacce.

Ribadiamo ciò che abbiamo scandito senza mezzi termini, a più riprese, durante la gestione commissariale Scopelliti: il piano di rientro sanitario non è un atto amministrativo, ma bensì un atto criminale perpetrato ai danni dei cittadini calabresi da parte del Governo e di chi lo ha rappresentato nelle vesti di commissario ad acta.

Le conseguenze ed i danni alla salute ed alla dignità di intere comunità sono incalcolabili. Sembra che il nuovo commissario Scura, con il beneplacito del Governo, stia proseguendo esattamente nella direzione del proprio predecessore, cioè tagliando servizi ai cittadini e lasciando totalmente intatti tutti gli interessi squallidi che si annidano da tempo nella sanità calabrese, a partire da concorsi “originali” ed affitti megagalattici.

Da questo punto di vista l’azione delle istituzioni regionali risulta ancora totalmente inefficace: ad Oliverio ribadiamo l’invito a chiedere, con forza, l’interruzione immediata del commissariamento piuttosto che la mera sostituzione del commissario, in quanto la storia dell’Italia e della Calabria ci hanno insegnato che i commissariamenti non sono altro che strumenti di potere senza alcuna pubblica utilità.

Ad ogni modo Scura, il Governo e la Regione sono responsabili in questo momento di una situazione inaccettabile e priva di...

Read More

Il tribunale è chiuso, chiudiamo con questa classe dirigente

10/10/2014

Manifesto-TribunaleIl 13 settembre 2014 è scaduto il termine per approvare decreti correttivi che potessero riaprire il tribunale di Rossano. Si tratta di un macigno, l’ennesimo, sulle spalle delle nostre comunità che sancisce ormai inconfutabilmente il fallimento totale della classe dirigente del territorio, un fallimento collezionato su ogni fronte, dalla giustizia alla sanità, passando per i rifiuti, la depurazione, le infrastrutture.

Ecco perché, in un momento tanto delicato, abbiamo deciso di comunicare con la cittadinanza attraverso un manifesto pubblico, affisso in tutta la sibaritide, non solo per sottolineare, con nomi e cognomi, le responsabilità di tutto questo, ma anche e soprattutto per lanciare un messaggio positivo: senza scoraggiarci, senza gettare la spugna, abbiamo l’esigenza ...

Read More

Ospedale unico? Campagna elettorale sulla vita della gente

10 settembre 2014

Nel frattempo accorpano pediatria a Castrovillari?

Restiamo sbigottiti di fronte alla faccia tosta di coloro che hanno ridotto il sistema sanitario del nostro territorio ad un vero e proprio crimine contro l’umanità. La trovata della firma del contratto per il nuovo ospedale, guarda caso a pochi mesi dalle elezioni regionali, con tanto di parata pubblicitaria e sviolinata al governatore-decaduto Scopelliti, è stato l’ennesimo atto squallido di una classe politica ormai senza più freni e dignità.

Ovviamente non possiamo non augurarci che, pur di cercare di raccattare qualche voto, questi signori siano costretti effettivamente ad avviare con celerità i lavori per il nuovo nosocomio, ma anche in questa eventualità resta altissimo il prezzo che le nostre comunità stanno p...

Read More

Taglio linee di treni e bus, appello per un comitato dei Sindaci dello Ionio

11 Giugno 2014

treniIl grido disperato del Sindaco di Campana che denuncia il taglio delle corse dei bus, la missiva inviata dal Sindaco di Rossano all’azienda delle ferrovie, il ripetuto appello alla responsabilità da parte delle istituzioni dell’intera fascia ionica che si unisce alle iniziative importanti e significative della società civile: segni inconfutabili, alle porte dell’estate, di una situazione dei trasporti e della mobilità insopportabile per il nostro territorio tutto.
A questo si unisce l’inammissibile rinvio a giudizio per 14 cittadini rei di aver manifestato, il 15 settembre 2012 nella stazione ferroviaria di Rossano, per il ripristino delle tratte a lunga percorrenza sullo ionio, un ripristino che riteniamo sacrosanto e necessario per il rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo tra cui c’è la mobilità, un diritto regolarmente violato nella sibaritide e lungo quasi tutta la fascia ionica della Calabria.

Nessuna strada deve essere preclusa...

Read More

Ora Scopelliti venga a farsi una TAC a Rossano!

27 marzo 2014

ospQuando ormai nessuno ci credeva più a Rossano compare magicamente l’attrezzatura per fare la tomografia computerizzata, la TAC. Per mesi infatti l’ospedale Giannettasio, che serve un comprensorio enorme, è stato sprovvisto dell’attrezzatura o del personale necessario per questo importante esame diagnostico e non sono mancati episodi raccapriccianti di pazienti costretti a muoversi verso altri nosocomi in condizioni pietose, persino in fin di vita. A questo punto non possiamo fare altro che sperare che questa assurda vicenda da terzo mondo occidentale sia veramente giunta al termine, ma ciò che di certo permane, purtroppo, è la condizione di profonda e oscena inciviltà della sanità sul nostro territorio.

Merito, lo ribadiamo, di quel cosiddetto “piano di rientro” promulgato dal Commissario Scopelliti che continua a tagliare non gli sprechi enormi dell’apparato sanitario regionale, ma i servizi per i cittadini, e quando il servizio in questione comporta il diritto alla salute, non può non trattarsi di un atto criminale nei confronti delle comunità calabresi.

In attesa del fantasmag...

Read More

Geraci prenda le distanze dalla Regione o si dimetta. Corigliano corre un pericolo gravissimo.

16 Febbraio 2014

geraciNonostante la comparsa alla manifestazione del 12 Febbraio a Rossano ed il successivo sfogo a mezzo stampa, l’Amministrazione Comunale di Corigliano ed in particolare il sindaco Geraci continuano a latitare sul fronte del bando sull’esportazione all’estero dei rifiuti.

Registriamo nuovamente con incredulità che, non solo non si è proceduto a convocare un consiglio comunale straordinario ad hoc su questa drammatica questione, ma si è addirittura convocato un consiglio comunale ordinario senza neanche mettere all’ordine del giorno l’argomento, segno che la Giunta comunale continua goffamente a voler impedire alle istituzioni democratiche di esprimersi sulla questione.

Inoltre non abbiamo registrato alcuna presa di posizione concreta del Sindaco nei confronti della Regione Calabria e della Giunta Regionale, nonostante il Governatore Scopelliti e l’Assessore Pugliano, gli artefici di questo bando ammazza-sibaritide, siano dello stesso colore e dello stesso partito del Sindaco.

Il Sindaco ha il dovere di difender...

Read More

Il Sindaco Geraci ed il Consiglio Comunale prendano posizione sullo scandaloso bando regionale

27 Gennaio 2014

gERACI-DEFAULT1Mentre altrove si è aperta una discussione infuocata sulla gara d’appalto per trasferire 1200 tonnellate di rifiuti “tal-quale” dalla Calabria “all’estero”, non riusciamo a comprendere la coltre di silenzio che pervade il Comune di Corigliano e la sua Amministrazione su questa grave vicenda. Ci riferiamo al bando della regione con cui si vogliono assegnare 90 milioni di euro alla ditta aggiudicatrice che avrà il compito di trasportare 1200 tonnellate al giorno, per un anno, di rifiuti indifferenziati dalla Calabria verso una destinazione estera non definita.

La cosa grave, che ci interessa da vicino, in questa vicenda riguarda le 750 tonnellate al giorno provenienti dalla provincia di Cosenza, che la regione consiglia, alla ditta appaltatrice, di stoccare nel centro di trattamento di Bucita(Rossano) per poi spedire via mare dal porto di Corigliano.

Un fiume di rifiuti di ogni genere, che da tutta la provincia si riverseranno sulla nostra area significa centinaia di compattatori di rifiuti che invaderanno giornalmente le nostre strade ma soprattutto il nostro porto, che con ogni probabilità diventerà una vera e propria discarica a cielo aperto. Una discarica che di certo non farà bene al settore della pesca, già in condizioni precarie, ed al poco turismo che ci rimane, ma soprattutto alla salute dei cittadini.

Read More

Sul tribunale lavorare in silenzio, basta propaganda. Caputo pensi alla sanità.

05 dicembre 2013

tribunale-rossano-protesta2Incredibilmente, di nuovo: come un film già visto, esattamente come qualche mese fa, i responsabili della chiusura del tribunale di Rossano causata dalla incapacità e dalla miopia della classe politica locale, esultano per gli spiragli e le briciole ammuffite. Indimenticabili furono allora la dichiarazioni di deputati e consiglieri regionali i quali, avendo già dato per salvo il nostro Palazzo di Giustizia, badavano a contendersi i gloriosi meriti di quella per altro miserevole vittoria pochi giorni prima della ignobile e chiarificatrice sentenza politica di chiusura. Ci chiediamo, e lo chiediamo a tutte le forze politiche e sociali: non è bastata la lezione?

Il nostro invito agli esponenti di ogni forza politica è quello di lavorare attraverso ogni canale possibile, mediante ogni mezzo, per la riapertura legittima e giusta del nostro Tribunale, ma in religioso ed assoluto silenzio. Basta con questa becera e controproducente propaganda di partito o addirittura di corrente.

Read More

Una mareggiata di incapacità. Sanità e depurazione: questa classe dirigente affossa il territorio.

11 novembre 2013

antoniotti-290511 5Stentiamo a credere che l’amministrazione comunale abbia soltanto pensato di camuffare la fogna nel torrente Citrea, quella stessa fogna che scorre quotidianamente e inconfutabilmente nel torrente Celadi, come il residuo di una mareggiata. A parte l’interpretazione bizzarra e fantasiosa di fenomeni metereologici, è del tutto evidente come l’amministrazione comunale stia sfuggendo, non solo in questa circostanza,dinanzi alle proprie gravi responsabilità politiche ed economiche nel settore della depurazione e della gestione delle acque, nonostante sia stata sistematicamente e clamorosamente inchiodata dai fatti. Del resto ricordiamo ancora con imbarazzo le parole di rassicurazione sull’inquinamento marino da parte di sindaco e assessori poche ore prima che venissero sequestrati gli impianti di depurazione e fossero spiccate decine di avvisi di garanzia. Non dimentichiamo che, a parte la malinconica parentesi di centro sinistra in perfetta continuità col passato, gli attuali amministratori governano il territorio da vent’anni e ciò che si vede in giro è il risultato drammatico di queste politiche nefaste.

Purtroppo il disastro e l’ass...

Read More

Il disastro della sanità non ammette giustificazioni. Chi resta immobile si faccia da parte.

14 ottobre 2013

Caputo Giuseppe IXUna delle caratteristiche più inspiegabili e originali di questa classe dirigente, a fronte della limpidezza dei disastri che ha determinato negli ultimi anni, è l’allergia acutissima ad ogni forma di assunzione di responsabilità. Apprezziamo il fatto che il Consigliere Caputo, nella sua nota sulla Sanità, non abbia smentito nulla rispetto allo stato disastroso della Sanità sul territorio che abbiamo denunciato ed anche per questo, come spesso ci accade, non comprendiamo il perché ci abbia dato dei “mistificatori”, dal momento che quello che abbiamo scritto è piuttosto inequivocabile.Non v’è dubbio che il buco della Sanità ricada tra le responsabilità anche delle giunte regionali precedenti tanto di centrodestra quanto di centrosinistra, ma qualunque sia la provenienza dei debiti del sistema sanitario regionale, non è minimamente accettabile che le conseguenze della politica clientelare di una classe dirigente, trasversalmente incapace, vengano pagate con la vita dalle comunità e dai cittadini: fare in modo che ciò non accada è dovere irrinunciabile della politica.

Ciò che accade è l’esatto contrario. Il commissario ad acta che sta chiudendo e ridimensionando gli ospedali del nostro territorio è lo stesso governatore sostenuto fedelmente dall’intero centro destra locale: non ci sono scaramucce mediatiche o formalismi che tengano.

Del resto è bene precis...

Read More