sprechi tagged posts

Acqua potabile: diffidati Sindaco e Sorical. 48 ore per risolvere i problemi o andremo alla Procura.

9662La situazione ormai, anche sull’acqua potabile in città, ha superato la soglia della decenza.
La mancanza di acqua potabile in alcune zone della città è un fatto ormai sistematico ed ampiamente prevedibile dal momento che si ripete ogni anno, e quindi riteniamo inaccettabile e ridicola qualsiasi giustificazione formale o politica.

La Giunta Caputo-Antoniotti anche su questo settore ha fallito miseramente: alla faccia della crisi ha speso milioni di euro per lavori ed opere costose e totalmente inutili mentre i servizi essenziali per la città sono solo un miraggio. Questa condizione indecente implica un danno enorme per i cittadini e per le attività produttive, commerciali e turistiche soprattutto nel centro storico (ma non solo), e per questo in data odierna il Movimento Terra e Popolo ha diffidato il Sindaco e Sorical, dando 48 ore di tempo per risolvere il problema e fornire di acqua potabile, 24 ore su 24, a tutte le utenze del territorio di Rossano. In caso di mancato adempimento, ci rivolgeremo alla Procura della Repubblica per la privazione di un diritto essenziale di ogni cittadino come quello all’acqua potabile, ed avvieremo anche una causa per risarcimento danni in cui tenteremo di coinvolgere tutti i cittadini. È il momento di chiedere il conto.

Nei prossimi giorni avvieremo inoltre una raccolta firme per far sottoscrivere la diffida a tutta la cittadinanza, sperando che gli enti competenti ci consentano di esercitare i nostri diritti democratici vista l’estrema difficoltà, riscontrata ultimamente, nell’ottenere la concessione di suolo pubblico nei centri di aggregazione della città.

Sappiamo bene che le responsabilità in questo campo vanno ben oltre la giunta Caputo-Antoniotti: dal redivivo Caracciolo a Caputo, passando per Filareto e Longo, l’incapacità e l’inadegu...

Read More

La fregatura consortile. Ecco quanto ci costerà il nuovo depuratore.

0Mentre la Calabria viene sanzionata dalla Comunità Europea per le questioni rifiuti e depurazione, laddove governi locali e nazionali hanno compiuto un disastro dopo l’altro, la risposta delle amministrazioni comunali di Rossano e Corigliano al problema della gestione delle acque è l’ormai celebre depuratore consortile.
Su questo progetto abbiamo espresso fin dall’annuncio forti perplessità: l’idea di portare le acque nere da Toscano, da Apollinara, da Thurio fino ad Insiti attraverso dei tuboni lunghissimi e venti pompe di sollevamento ci è sembrata subito una grande, costosa stupidaggine. Dopo aver letto nel dettaglio il capitolato d’appalto ed i vari allegati (per cui abbiamo dovuto fare richiesta di accesso agli atti) non abbiamo avuto soltanto una conferma della fragilità dell’idea, ma, conti alla mano, abbiamo capito chi pagherà in toto questa opera inutile.
I cittadini sborseranno fin da subito 145 euro per il cambio del contatore, poi tu...

Read More