terra e popolo tagged posts

SP 188: appello a caratteri cubitali

A seguito della mobilitazione dello scorso Febbraio, con la quale i cittadini hanno avuto una soluzione parziale e temporanea, abbiamo deciso di riportare l’attenzione delle istituzioni e dei media sulla questione della SP 188, ovvero della cosiddetta strada del Traforo. Il messaggio che abbiamo deciso di appendere alla famigerata galleria chiusa è eloquente: un anno di vergogna.

 È pa...

Read More

SP 188 ancora chiusa. Assemblea cittadina Martedì alle 12.00

Preso atto delle mancate risposte da parte degli enti competenti sulla inaccettabile chiusura della SP 188, cioè la strada del “traforo”, nonostante in città sia partita immediatamente una importante raccolta firme trasversale ed unitaria che ha raccolto centinaia di adesione, il movimento Terra e Popolo ha deciso di organizzare una assemblea cittadina per decidere, insieme a tutti i cittadini che intenderanno partecipare, il da farsi.

Read More

SP 188 interrotta. La provincia provveda immediatamente ai lavori

Sulla chiusura della SP 188, strada meglio conosciuta come quella del “traforo”, in un momento abbastanza particolare della vita amministrativa della città, sono molti i cittadini che ironizzano e che si affidano a spiegazioni complottiste. Tali congetture sono certamente figlie del sistematico attacco subito dalla nostra città, negli ultimi anni, da parte degli enti extra-locali, ma ad ogni modo io non credo che un ente importante come la Provincia di Cosenza possa essere assoggettato a giochetti pseudo-politici di tale squallore e di tale bassezza: quanto visto per il Comune di Rossano, altrettanto importante, mi basta ed avanza.

Read More

Sulle manovre torbide in comune la Procura e l’Anticorruzione facciano chiarezza.

Quanto emerso dai social network nei giorni scorsi, ovvero delle manovre interne al centrodestra per far cadere il sindaco, manovre che si sarebbero spinte fino alla tentata corruzione di alcuni consiglieri comunali o di persone a loro vicine, sembra l’ultimo, squallido tassello del quadro inqualificabile e desolante che purtroppo, negli ultimi decenni, insiste sulla nostra splendida città.

Le voci che si rincorrono da giorni, cioè quelle di un consigliere regionale di centro destra che sta raccogliendo le firme, come un amministratore di condominio, per far cadere il Sindaco del proprio schieramento, ci offrono la rappresentazione plastica dello squallore in cui questa classe dirigente ha trascinato le nostre povere Istituzioni, uno squallore che si ripercuote tragicamente sulle nostre vite. Non è un caso, infatti, che il nostro territorio è da anni oggetto della spoliazione sistematica di ogni servizio: si tratta della conseguenza diretta della pochezza di una classe dirigente miserabile e accattona.

Secondo voi può lavorare per il bene della nostra comunità uno che durante il giorno fa l’accattone di firme?

Può occupar...

Read More

ENERGIA DEL SUD: avviato finalmente il confronto su una proposta concreta.

A Rossano relatori importanti per parlare di Enel.

Nessun problema si risolve con un convegno, né il destino della centrale Enel di Rossano può decidersi in un giorno, ci attende un lungo percorso per ottenere il meglio possibile per la città ed il territorio, ma iniziare a parlare di proposte concrete ci è sembrato un passo doveroso per chiudere la stagione delle chiacchiere o delle proposte venute dall’alto.

L’Associazione Terra e Popolo, lo scorso venerdì, si è assunta la responsabilità

di organiz...

Read More

Inviata una lettera aperta al consiglio regionale per il registro tumori.

I CALABRESI ASPETTANO RISPOSTE.

Mentre le istituzioni regionali calabresi sembrano danzare tra la vita e la morte come zombie, le tante emergenze sui territori ed i bisogni dei cittadini di tutta la regione restano drammaticamente vivi. Il livello di assistenza sanitaria resta ancora abbondantemente al di sotto della soglia di un paese civile e, come abbiamo spesso ripetuto, è assolutamente necessario intervenire sugli ospedali esistenti finanziando nuovi personale e attrezzature. Ma per tutelare il diritto alla salute in Calabria non servono soltanto dei soldi: servono soprattutto strategie ed indagini approfondite.

Read More

Il territorio ha bisogno di concretezza

22 novembre 2014

Finita la campagna elettorale, ci aspettiamo misure reali

ELEZIONI 2013: SEGGI ELETTORALI A ROMAPer onestà intellettuale ogni candidato presidente consapevole non può non ammettere di aver appena affrontato una campagna elettorale di livello bassissimo, senza dibattito reale e diffuso tra la gente, senza posizioni nette sulle questioni che attanagliano la Calabria. Queste elezioni stanno scivolando sulla pelle dei cittadini come se fossero quelle di un condominio, ed invece, a seguito della riforma del Titolo V, quelle regionali sono probabilmente le elezioni più importanti della nostra zoppa democrazia. Questo è un primo motivo di riflessione, un nodo che crediamo debba essere affrontato con opportuna attenzione dall’intera società civile calabrese.

Fatta questa premessa, come movimento costantemente propositivo ci aspettiamo dalla nuova giunta regionale, qualunque essa sia, delle misure concrete che, settore per settore, mirino ad arginare il declino apparentemente inesorabile del nostro territorio e dell’intera regione. Senza timore andiamo a ribadire esplicitamente delle precise richieste di interventi che riteniamo indilazionabili ed urgenti.

In primis s...

Read More

Sulla Discarica di Cotrica non si può più aspettare

27 Ottobre 2014

Il Sindaco Geraci si interessi al problema.

Con questo comunicato vorremmo ribadire che la questione Cotrica non riguarda solo un episodio passato di mala gestione della politica ma un questione che tocca la nostra salute oggi e negli anni futuri. Per chi non avesse ben chiara la situazione ricordiamo che si tratta di una zona del nostro territorio, a circa 1 Km dal centro storico, dove per decenni sono state scaricate centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti, la cui provenienza e natura non sono certificate, senza il rispetto delle regole minime di sicurezza e prevenzione sanitaria ed ambientale.

Nel 2003 è stata avviato un percorso di messa in sicurezza che, stando alle indagini fatte su documenti ufficiali, ha prodotto, di fatto, un risultato completamente opposto rispetto a quello sperato: consentire al percolato di fuoriuscire dalla discarica ed inquinare il resto dell’ambiente circostante arrivando fino al mare attraverso il fiume Coriglianeto.

Read More

La tassa rifiuti rincara per la pessima gestione Antoniotti-Caputo

23 Ottobre 2014

Se non si cambia rotta le tasse aumenteranno ancora.

arton14696Quando si aumentano le tasse è sempre colpa di qualcun altro. Per i governi centrali è sempre colpa delle amministrazioni locali mentre per queste ultime è sempre colpa dei governi centrali. Grazie a questo scarica barile i cittadini pagano tributi altissimi per servizi praticamente inesistenti.

Il Sindaco Antoniotti e l’assessore Stamile, difendendosi dalle sacrosante proteste della cittadinanza per l’aumento enorme della TARI, hanno scaricato ogni colpa sul Governo Renzi, e non saremo certo noi a difendere un governo che effettivamente taglia servizi ed enti locali in virtù di diktat europei distantissimi dalle esigenze della comunità.

Questo però non giustifica le prese in giro: oggi la tassa sui rifiuti è diventata un salasso a causa della politica scellerata che la classe dirigente che ha governato questo territorio per vent’anni continua ad adottare in tema di rifiuti e gestione delle risorse pubbliche, una politica fatta di improvvisazione e che favorisce il parassitismo.

Intanto coi soldi...

Read More

Il tribunale è chiuso, chiudiamo con questa classe dirigente

10/10/2014

Manifesto-TribunaleIl 13 settembre 2014 è scaduto il termine per approvare decreti correttivi che potessero riaprire il tribunale di Rossano. Si tratta di un macigno, l’ennesimo, sulle spalle delle nostre comunità che sancisce ormai inconfutabilmente il fallimento totale della classe dirigente del territorio, un fallimento collezionato su ogni fronte, dalla giustizia alla sanità, passando per i rifiuti, la depurazione, le infrastrutture.

Ecco perché, in un momento tanto delicato, abbiamo deciso di comunicare con la cittadinanza attraverso un manifesto pubblico, affisso in tutta la sibaritide, non solo per sottolineare, con nomi e cognomi, le responsabilità di tutto questo, ma anche e soprattutto per lanciare un messaggio positivo: senza scoraggiarci, senza gettare la spugna, abbiamo l’esigenza ...

Read More