Territorio tagged posts

SP 188: appello a caratteri cubitali

A seguito della mobilitazione dello scorso Febbraio, con la quale i cittadini hanno avuto una soluzione parziale e temporanea, abbiamo deciso di riportare l’attenzione delle istituzioni e dei media sulla questione della SP 188, ovvero della cosiddetta strada del Traforo. Il messaggio che abbiamo deciso di appendere alla famigerata galleria chiusa è eloquente: un anno di vergogna.

 È pa...

Read More

“Solidale con i lavoratori dell’indotto Enel. Ho una proposta per il rilancio del sito”

La questione del Lavoro è una questione di dignità che non può prestarsi ad alcuna interpretazione o speculazione, a maggior ragione nel nostro territorio laddove la mancanza di lavoro è una vera e propria emergenza. Esprimo vicinanza incondizionata ai lavoratori dell’indotto Enel che questa mattina hanno deciso di salire su una delle ciminiere della centrale per difendere il proprio posto di lavoro, cioè il proprio sostentamento e dignità.

Ritengo che l’azienda, alla luce dei lunghissimi anni di attività del sito di Rossano, debba trovare delle soluzioni immediate per mantenere a pieno regime l’intero organico dell’indotto in attesa di definire il futuro della centrale di Sant’Irene.

A tal proposito, ritenendo necessaria la massima serietà sulla vicenda, sforzandomi ...

Read More

La nuova filosofia del centrodestra rossanese: la legalità elettorale

rapanicaputoantoniottiIl consigliere Mascaro, in occasione del Consiglio Comunale di qualche mese fa sulla questione dell’impianto di Bucita, polemizzò con chi accusava l’Amministrazione di fare campagna elettorale a più di un anno dalle elezioni. Un intervento tutto sommato condivisibile, che di certo il consigliere non avrebbe fatto se si fosse guardato intorno: un contesto che rendeva le sue parole surreali, quasi comiche.

Se c’è ancora qualche cittadino con la speranza di ottenere risposte da questa classe politica ad uno qualsiasi dei problemi drammatici del nostro territorio, si rassegni: Antoniotti, Caputo e compagnia sono già in piena campagna elettorale e giorno per giorno, piuttosto di capire come affrontare l’estate per la depurazione, come abbassare il salasso TARI, come creare opportunità di lav...

Read More

Accorpamenti dei reparti di ginecologia e pediatria, l’ASP dia delle risposte

Abbiamo già denunciato pubblicamente, qualche settimana fa, le voci che si rincorrono tra i reparti degli ospedali di Rossano e Corigliano a proposito di altri eventuali ridimensionamenti con particolare riferimento al possibile accorpamento dei reparti di pediatria e ginecologia all’ospedale di Castrovillari.

ASP CosenzaCome spesso è accaduto i dirigenti dell’Azienda Sanitaria Provinciale, forse troppo impegnati in campagne elettorali indirette, non hanno proferito una sola parola rispetto a questa eventualità, senza confermare né smentire i nostri timori.

Questo dovrebbe farci stare tranquilli...

Read More

Il territorio ha bisogno di concretezza

22 novembre 2014

Finita la campagna elettorale, ci aspettiamo misure reali

ELEZIONI 2013: SEGGI ELETTORALI A ROMAPer onestà intellettuale ogni candidato presidente consapevole non può non ammettere di aver appena affrontato una campagna elettorale di livello bassissimo, senza dibattito reale e diffuso tra la gente, senza posizioni nette sulle questioni che attanagliano la Calabria. Queste elezioni stanno scivolando sulla pelle dei cittadini come se fossero quelle di un condominio, ed invece, a seguito della riforma del Titolo V, quelle regionali sono probabilmente le elezioni più importanti della nostra zoppa democrazia. Questo è un primo motivo di riflessione, un nodo che crediamo debba essere affrontato con opportuna attenzione dall’intera società civile calabrese.

Fatta questa premessa, come movimento costantemente propositivo ci aspettiamo dalla nuova giunta regionale, qualunque essa sia, delle misure concrete che, settore per settore, mirino ad arginare il declino apparentemente inesorabile del nostro territorio e dell’intera regione. Senza timore andiamo a ribadire esplicitamente delle precise richieste di interventi che riteniamo indilazionabili ed urgenti.

In primis s...

Read More

Sulla Discarica di Cotrica non si può più aspettare

27 Ottobre 2014

Il Sindaco Geraci si interessi al problema.

Con questo comunicato vorremmo ribadire che la questione Cotrica non riguarda solo un episodio passato di mala gestione della politica ma un questione che tocca la nostra salute oggi e negli anni futuri. Per chi non avesse ben chiara la situazione ricordiamo che si tratta di una zona del nostro territorio, a circa 1 Km dal centro storico, dove per decenni sono state scaricate centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti, la cui provenienza e natura non sono certificate, senza il rispetto delle regole minime di sicurezza e prevenzione sanitaria ed ambientale.

Nel 2003 è stata avviato un percorso di messa in sicurezza che, stando alle indagini fatte su documenti ufficiali, ha prodotto, di fatto, un risultato completamente opposto rispetto a quello sperato: consentire al percolato di fuoriuscire dalla discarica ed inquinare il resto dell’ambiente circostante arrivando fino al mare attraverso il fiume Coriglianeto.

Read More

La tassa rifiuti rincara per la pessima gestione Antoniotti-Caputo

23 Ottobre 2014

Se non si cambia rotta le tasse aumenteranno ancora.

arton14696Quando si aumentano le tasse è sempre colpa di qualcun altro. Per i governi centrali è sempre colpa delle amministrazioni locali mentre per queste ultime è sempre colpa dei governi centrali. Grazie a questo scarica barile i cittadini pagano tributi altissimi per servizi praticamente inesistenti.

Il Sindaco Antoniotti e l’assessore Stamile, difendendosi dalle sacrosante proteste della cittadinanza per l’aumento enorme della TARI, hanno scaricato ogni colpa sul Governo Renzi, e non saremo certo noi a difendere un governo che effettivamente taglia servizi ed enti locali in virtù di diktat europei distantissimi dalle esigenze della comunità.

Questo però non giustifica le prese in giro: oggi la tassa sui rifiuti è diventata un salasso a causa della politica scellerata che la classe dirigente che ha governato questo territorio per vent’anni continua ad adottare in tema di rifiuti e gestione delle risorse pubbliche, una politica fatta di improvvisazione e che favorisce il parassitismo.

Intanto coi soldi...

Read More

Il tribunale è chiuso, chiudiamo con questa classe dirigente

10/10/2014

Manifesto-TribunaleIl 13 settembre 2014 è scaduto il termine per approvare decreti correttivi che potessero riaprire il tribunale di Rossano. Si tratta di un macigno, l’ennesimo, sulle spalle delle nostre comunità che sancisce ormai inconfutabilmente il fallimento totale della classe dirigente del territorio, un fallimento collezionato su ogni fronte, dalla giustizia alla sanità, passando per i rifiuti, la depurazione, le infrastrutture.

Ecco perché, in un momento tanto delicato, abbiamo deciso di comunicare con la cittadinanza attraverso un manifesto pubblico, affisso in tutta la sibaritide, non solo per sottolineare, con nomi e cognomi, le responsabilità di tutto questo, ma anche e soprattutto per lanciare un messaggio positivo: senza scoraggiarci, senza gettare la spugna, abbiamo l’esigenza ...

Read More

Ospedale unico? Campagna elettorale sulla vita della gente

10 settembre 2014

Nel frattempo accorpano pediatria a Castrovillari?

Restiamo sbigottiti di fronte alla faccia tosta di coloro che hanno ridotto il sistema sanitario del nostro territorio ad un vero e proprio crimine contro l’umanità. La trovata della firma del contratto per il nuovo ospedale, guarda caso a pochi mesi dalle elezioni regionali, con tanto di parata pubblicitaria e sviolinata al governatore-decaduto Scopelliti, è stato l’ennesimo atto squallido di una classe politica ormai senza più freni e dignità.

Ovviamente non possiamo non augurarci che, pur di cercare di raccattare qualche voto, questi signori siano costretti effettivamente ad avviare con celerità i lavori per il nuovo nosocomio, ma anche in questa eventualità resta altissimo il prezzo che le nostre comunità stanno p...

Read More

Pretendiamo un mare pulito. Un’altra querela per il depuratore di Sant’Angelo

26 Luglio 2014

C’è, a dire il vero, ben poco da scrivere o da dire.

20140725_004101

A seguito dell’ennesimo scarico di liquami, questa volta enorme, provenienti da un misterioso tubo a pochi metri dal depuratore del torrente Citrea, tubo rinvenuto proprio a seguito di una nostra precedente denuncia, abbiamo deciso di stoppare il silenzio fiducioso che ci eravamo imposti fino a questo momento per ciò che riguarda le acque marine e la depurazione.

Questa volta il danno è stato enorme: nella notte del 24 Luglio per ore questo tubo ha sversato centinaia di litri di liquami presumibilmente fognari, al punto da allarmare, per il cattivo odore, molti residenti di Sant’Angelo che sono rimasti ad osservare l’osceno spettacolo fino a tarda notte, quando una ruspa avrebbe “risolto il problema” con una barriera di terra. Un tentativo balordo che ovviamente non ha impedito la formazione di scie nauseabonde nel bacino antistante la foce del torrente e che tende, come sempre, a nascondere la polvere sotto il tappeto, la fogna sotto la sabbia.

Pertanto, con la collaborazione indignata delle associazioni di categoria, provvederemo nel giro di 24 ore a denunciare l’accaduto alla Procura della Repubblica, per la quarta volta.

Non conoscendo le cause di questo ennesimo episodio ignobile ma conoscendo molto bene, invece, le responsabilità delle disfunzioni del sistema di depurazione, pur continuando a proporre querela contro ignoti per l’episodio, abbiamo sottolineato la mancata prevenzione e monitoraggio da parte degli uffici comunali competenti dell’autorità sanitaria locale, cioè il Sindaco.

Crediamo di interpretare un sentimento comune della comunità di Rossano e di tutta la cittadinanza calabrese: siamo stufi di vedere le nostre risorse naturali ed economiche imbrattate dall’incapacità della classe dirigente. Pretendiamo che vengano accertate le responsabilità materiali ed istituzionali di questo scempio.

Non solo...

Read More