video/inchiesta tagged posts

“Non dategli quei documenti”. L’offerta tecnica dell’appalto rifiuti non s’ha da guardare

8 Agosto 2014

Chi vuole impedirci di controllare la raccolta dei rifiuti?

divieto-d'accesso

Per evitare di arrivare a questo punto le abbiamo provate tutte: abbiamo atteso cinque mesi (la legge impone alla pubblica amministrazione 30 giorni di tempo), abbiamo inoltrato decine di richieste spiegando l’abuso che gli uffici comunali stavano commettendo, abbiamo chiesto ed ottenuto un incontro con il Segretario Comunale ed il responsabile della trasparenza,abbiamo persino proposto ai dirigenti responsabili la consulenza gratuita del nostro avvocato.
Nulla, tutto inutile, ci è stato negato l’accesso ad un documento di evidente interesse pubblico, di altissima sensibilità ambientale e sanitaria e, visto il contesto dei rifiuti calabresi, anche di significativa rilevanza ai fini della prevenzione nei confronti della criminalità organizzata.

Che cosa significa non dare al movimento Terra e Popolo il progetto sulla raccolta dei rifiuti a Rossano? Semplice:nessuno può controllare chi viene pagato profumatamente per raccogliere i rifiuti,nessuno può sapere quali sono gli obblighi e quali le facoltà, nessuno può verificare se la propaganda ossessiva di queste settimane abbia un effettivo riscontro o meno. Propaganda fatta casa per casa o con manifesti, riunioni, comunicati stampa,tutto pagato coi soldi nostri. La cosa diventa ancor più ridicola quando, all’interno della polemica tra l’azienda che ha vinto l’appalto (l’unica ad essersi presentata) e la CGIL, è stata proprio la ditta a dire di “attenersi al progetto tecnico”: tanto non può verificarlo nessuno.

In questi mesi la verità che si cel...

Read More

Differenziata: svelato il trucco. Sono sparite le penali

02 Luglio 2014

Ennesimo capolavoro della Giunta Antoniotti.

cassonetti-800x532Diciamo la verità: lo abbiamo sospettato fin dall’inizio ma ora abbiamo le prove. Partiamo da un presupposto: le percentuali della differenziata fissate dal nuovo bando (65%) non sono state una scelta del comune, ma sono imposte dalla normativa europea. Il più importante strumento nelle mani dell’amministrazione comunale in tema di raccolta dei rifiuti, in verità, è la quantità di denaro che l’azienda responsabile non riceverebbe per ogni punto percentuale di raccolta differenziata “mancata” rispetto agli obiettivi imposti.

Nella video-inchiesta (link) con cui abbiamo denunciato l’indecente ritiro del bando che imponeva il porta a porta su tutto il territorio, avevamo già sottolineato la “strana” mancata pubblicazione degli allegati del nuovo bando, quello che, propaganda ossessiva a parte, costringerà la nostra città ad altri 5 anni di raccolta medioevale. Guarda caso negli allegati non pubblicati sono scritte proprio le penali.

A seguito di una lunga ...

Read More

Ecco la verità sulla differenziata

5 Giugno 2014

Il bluff elettorale pagato coi soldi nostri.

diffSe per ogni volta che abbiamo letto la parola differenziata in questi giorni, la raccolta fosse aumentata di un punto percentuale, saremmo già tutti ai tassi di differenziata di Salerno. Ci sarebbe piaciuto molto che fosse in atto un reale cambio di rotta nella gestione dei rifiuti nella città bizantina, avrebbe significato la nostra vittoria e la vittoria di quei comitati che lottano da anni su questo fronte: purtroppo non possiamo rivendicare alcuna vittoria.

Abbiamo già avuto modo di sottolineare il grave episodio del ritiro del bando per la raccolta che obbligava l’azienda ad effettuare il porta a porta e la rimozione dei cassonetti verdi di proprietà Ecoross, come spiegato dalla video-inchiesta “L’appalto fantasma” ancora disponibile in rete.

Oggi assist...

Read More

Loro pensano a Bruxelles e la fogna scorre in mare

26 Maggio 2014

Ancora degrado nelle contrade. Un’altra querela contro ignoti poco ignoti.

 seggioIl pantheon decaduto della politica locale si affaccendava a raccattare voti per i soliti compagnucci di partito, allestendo in giro per la città passerelle e promessifici, e nel frattempo il territorio continuava (e purtroppo continua) a vivere nel degrado in cui alberga da molti anni. Da tempo ci occupiamo della pessima gestione del ciclo integrato dell’acqua nella nostra città, ed in particolare di scarichi fognari in mare. Non lo facciamo per una mera questione etica o ambientale: nella scorsa stagione estiva il mare in condizioni disastrose ha messo in enorme difficoltà il settore turistico e questo peserà su tutta la nostra economia.

Sono ormai due anni che denunciamo la totale incapacità dell’amministrazione comunale di gestire gli impianti di depurazione, di incidere nella salvaguardia dei fiumi e del mare, di progettare il completamento della rete fognaria, e sono due anni che denunciamo l’illogicità e l’inutilità del progetto del depuratore consortile il quale, se verrà mai completato, avrà costi esorbitanti a carico dei cittadini.

Non solo...

Read More

Seggio, l’amministrazione e le foto taroccate

29 Maggio 2014

Siamo comunque positivi: proponiamo un tavolo per la gestione delle acque del territorio.

seggio2Come succede ormai sistematicamente, mentre l’Amministrazione Comunale afferma, ancora una volta, di porre la massima attenzione alla tutela dei fiumi e del mare, la Guardia Costiera è costretta a sequestrare 2000 metri quadrati di discarica abusiva in contrada Malena, alla foce del torrente Cino.

Ormai non facciamo più caso ai tonfi clamorosi di questa Giunta, la quale però, lo ammettiamo, riesce sempre a sorprenderci in negativo: per rispondere alla nostra denuncia di disastro ambientale in contrada Seggio di qualche giorno fa, infatti, l’allegra compagnia Antoniotti-Caputo ha diffuso delle foto, datate 27 Maggio, in cui ogni problema igienico sanitario sembra risolto. Peccato che ...

Read More

L’impreparazione di questi amministratori sui rifiuti è sconcertante

16 gennaio 2014

Seppure non ce ne sarebbe affatto bisogno visto i contenuti espliciti che abbiamo inserito nella video-inchiesta “l’Appalto Fantasma” che smaschera le intenzioni politiche di questa amministrazione comunale in tema di rifiuti, crediamo di fare cosa utile nel portare alcune precisazioni rispetto a quanto affermato dal Sindaco.

Inutile dire che concordiamo con Antoniotti su una cosa soltanto: il bando per il porta a porta avrebbe potuto farlo la vecchia amministrazione ed invece non lo ha fatto. Non a caso noi crediamo che questa classe politica vada rinnovata radicalmente e coi contenuti, non con l’antipolitica, anche perché se c’è qualcosa che fomenta l’antipolitica sono proprio le porcherie di questa classe dirigente.

Detto questo il sindaco...

Read More

Appalto rifiuti: Sindaco ed Amministrazione smentiti dall’evidenza. Antoniotti e Caputo ci regalano altri 5 anni di emergenza.

11 gennaio 2014

Lo ammettiamo: di fronte a fatti di una tale evidenza e gravità ci vogliono non poche doti teatrali per avere il coraggio di scrivere che va tutto bene, doti teatrali che, ahinoi, questa amministrazione ha sfoggiato ripetutamente.

È evidente che quanto sottolineato nel video “l’appalto fantasma”, punto per punto, è inconfutabile: il nuovo appalto, rispetto a quello fantasma emanato a Luglio, presenta meno servizi, niente porta a porta, niente riciclo, niente isole ecologiche, niente diserbo stradale ed un milione e trecentomila euro in più di spesa. Se qualcuno è in grado di smentirlo, lo faccia. Oltretutto, visto che evidentemente l’amministrazione ci tiene proprio a fare delle figuracce, aggiungiamo alcuni punti che abbiamo omesso nel video: per esempio che nell’appalto “fantasma” era presente anche la raccolta di rifiuti nelle zone in via di urbanizzazione ed era obbligatoria la pulizia speciale per le gomme da masticare, entrambi i servizi spariti. Se qualcuno è in grado di smentirlo, lo faccia.

Quello che abbiam...

Read More

[Video/Inchiesta] Rifiuti a Rossano: l’Appalto fantasma

L’amministrazione emette un bando, poi lo ritira. Perchè?

Non tutti sanno che a Luglio del 2013 l’amministrazione comunale di Rossano ha emesso un capitolato d’appalto per la gestione della raccolta rifiuti. Non tutti lo sanno perché quell’appalto era, seppur molto limitato, almeno decente e per questo non ci sorprende che, a Settembre, la stessa amministrazione lo abbia revocato...

Read More